Novelle

la noia alla sbarra

Per quanta noia si possa vivere ad un passaggio a livello, ci sarebbe da scrivere un file a parte. Perchè ti ritrovi sempre con l’auto in moto e il cuore in attesa, passando per il cervello che viaggia su binari stravaganti: dal silenzio di una stazione lontana, al profumo del caffè appena preso; dal timore di ricascarci ancora, alla speranza di saperla in attesa; dalla frenesia che l’immagine di lei ti offre, al ricordo delle sue parole impetuose. E il motore brontola come il cuore, a folle, perchè è il momento di aspettare. Attendere che passi il treno, guardare oltre la sbarra e vedere la strada immacolata che ti aspetta. Guardi attraverso lo specchietto retrovisore, poi alla tua sinistra, sempre indietro e infine, abbandoni l’attenzione al volante: da ciò che hai appena passato, dalla strada che ti sei lasciato dietro al tuo presente, le mani incollate alla guida, pronte per dirigerti oltre quel limite, quel passaggio a livello che ti separa dal “poi”.

Passa il locomotore: breve, inutile, sbuffante.

E pensi che sia stata un’attesa inutile.

Immagina la strada del locomotore, piuttosto. Senza meta e senza sosta, su due binari sempre in circolo. E sempre lo stesso percorso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...