Novelle

Lo scontrino della felicità. [In frigorifero].

Non c’è ospite che inviti, che non mi dia del matto. Ogni volta che qualcuno cena da me, finisce sempre che, andando via a fine serata, mi saluti dicendo. “A parte i tuoi fusilli schifi, è stato tutto ottimo. Soprattutto il frigorifero!”.

C’è che sono smemorato. C’è anche che non so far le proporzioni.

Perchè dell’esperienza ho fatto come di uno scontrino. Una lista di prodotti, pagati e consumati. Qualcuno, per la verità, non l’ho nemmeno toccato. L’ho fatto marcire. Altri invece, ne ho consumati a iosa, tanto da starci male. Finisce sempre che sbaglio le dosi. Così, una volta tanto che ho indovinato le misure, mi son fatto furbo. Ho conservato lo scontrino. In frigorifero. Quando si svuota, quando le provviste mancano, lo riprendo e ripercorro la lista. Così da  non sbagliare più. E sono più felice.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...