Novelle

Segnalibri

Serenamente distratto, scorro le pagine di giorni come fogli di calendario.
Non è impresa facile distribuirsi con intelligenza nel turbinìo caotino e insano. Direi piuttosto, che occorra affabile inerzia.
Perchè accade sempre che parti di me, restino incollate su stracci di giorni andati, sparsi a casaccio.
Come restare seduti a guardare fotografie umide davanti a un camino raggiante.

Quando, in ultimo, questo “Diario” mostrerà la sua ultima pagina, resteranno solo lembi:
Lembi di pieghe nella parte alta del foglio. Segnalibri, direi.
E dunque, non resterà che leggere solo quelle pagine incollate a lacrime e sorrisi, sospiri e vacillamenti, distrazioni e tempi prolungati da una semplice carezza accaldata.
Tutto il resto, sarà solo stata distrazione narrativa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...