Novelle

La fame che non senti, il labiale che fraintendi

Quando torno sul divano, vuol dire che è finita.

Ricomincia la vita: il mio piatto preferito nel quale continuo ad assaggiare straccetti di storie, condite da rimbalzi e altalenati emozioni.

Disteso, con lo stomaco all’insù, sento una nuova fame. Borbotta in una lingua nota lo stomaco messo a dieta, perché quando sei fuori casa, mangi quel che capita e non è mai quel che ti serve.

A spintoni, in serate innocue e compagnie di anime sole, si cerca il sollievo. E non è mai una bella occasione per saziarsi: è solo una carezza che procura appagamento, un solletico per il viso e una copertura momentanea per il vuoto dentro.

C’è di vero che ammettere il bisogno, è un bisogno stesso.

Perché non basta mai e muti, sorridiamo con la sfrontatezza di chi ha le tasche piene di ogni gioia.

Carta straccia. Davvero carta straccia.

E si torna a casa, per fare il punto della situazione.

Proiezioni e gorgoglii, si stampano sulle pareti. Le mie, sul soffitto, perché vivo disteso.

C’è chi ti ascolta, chi ti cerca, chi ti biasima e chi ti apprezza;

c’è il potere delle emozioni e l’incoscienza delle volontà.

E quando parla lo stomaco, non puoi fare altro che ingozzarlo e metterlo a tacere.

La fame che non senti, come un labiale che fraintendi, è un buco che resterà vuoto e prenderà polvere.

Come sbattere tappeti in casa e sorprendersi di non esser soli, ma conviventi della nostra stessa fame.

Disteso sul divano, ascolto il mio stomaco. Un boccone di scarti, solo per mettere il ‘mute’ e farlo tacere.

E ritorno coi piedi per terra. Sono felice.

Ho bisogno del mio bisogno, sapere d’esser privo di qualcosa. Conoscere il vuoto e affannarmi per saziarlo davvero. Ho bisogno di non sentirmi sazio. ho bisogno del mio divano perché è la zona franca, l’esame da superare: un nascondiglio e un punto di verità.

E di questa, non mi sazierò mai.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...