Novelle

Lo spazio che ho per te

«Tra gli spifferi dell’assenza, c’è un luogo che conservo per te».
Il giovane idiota, borbottò tra sé questa cantilena, mentre scalciando un sasso, lo seguì con lo sguardo. Un asfalto malconcio e dissestato, accoglieva famiglie di pietre. Aveva scelto la più bella.
Questa si incastrò in una grata per lo scolo delle acque. Giunto che fu sopra di essa, pestò quella minuscola sagoma. E rimase intrappolata definitivamente.

«Non c’è angolo della casa che mi parli di te; non c’è fotografia che ricordi il tuo volto; nemmeno una ricorrenza a cui legarti. Sei la mancanza che fissa desideri. Ho uno spazio per te e lo conservo di nascosto: come il cane sotterra il suo osso, anch’io ho cura del mio trofeo, della mia vittoria, di ciò che riesco a conquistare e perdere con una costanza senza pari. Nel profondo ti ho piantato, sedimento di sentimento: quel che resta di noi, sono stracci di abbracci. E tutto diventa senso di ricerca. Cercarti. E averti. Lo spazio che ho per te, è quello che riesci a rubarmi; il tempo che continui a fermare; i ricordi che non lasci scappare. Perché tra le mura di un giaciglio ho rincorso solo fantasmi, ombre. Ho fissato al muro quadri di buone intenzioni, abbelliti da cornici di paure: non è tanto il soggetto, quanto quel che ci circonda, che davvero spaventa. Sganciare tele dipinte e buttar via una corona che non abbellisce, ma appesantisce. Ritorno spesso in questo luogo, in questo spazio che mi hai rubato. Perché esso ormai, non è più cosa mia, ma una parte di me che ti vive addosso».

Il giovane idiota fissò ancora quel sasso incastrato. La pioggia che iniziava a cadere, lo bagnava, senza turbare quella posa bislacca.
Tra un vuoto di sbarre, giaceva il sasso. In una grata di scolo, scivolavano via i reflussi di un’onda che avrebbe allagato di lì a poco, la strada dissestata. Tutto sarebbe caduto giù, in un mare di fogna. Eccetto quel minuscolo macigno.
«Tra gli spifferi dell’assenza, questo è il luogo che ho conservato per te. E sei ancorata bene, come questo sasso».

Un pensiero riguardo “Lo spazio che ho per te

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...