Novelle

Approcci pratici e metafisici di un meditabondo di provincia.

Cattura

CAPITOLO ZERO.

Spero siate inciampati nel titolo, come era mia intenzione maligna. Ci ho messo quasi mezz’ora per renderlo impraticabile, così come sono stato fermo un giro sull’incipit di questo articolo. Beh, che siate inciampati o abbiate inciampato, spero non vi siate fatti troppo male, perché da oggi nasce questa nuova pagine del blog. Approcci pratici e metafisici. Quel che vien dopo non è rilevante, perché credo abbiate avuto modo di conoscere il folle che redige queste pagine, dunque sorvolo per non pesarvi troppo sulle scatole. Piuttosto sono qui a non far nulla, nell’attesa che qualcuno commenti e mi chieda “ Ma che cosa rappresenta questo nuovo capitolo? Cos’è questa pagina?”.

Bene, visto che me l’avete chiesto, arrivo al dunque senza troppo arzigogolare in un labirinto di seghe mentali.

Quel che conoscete di me, è poca cosa. Ve lo assicuro. Per esempio, sapete che spesso parlo alla mia gatta immaginando quel che potrebbe dirmi se solo le fosse concesso il dono della parola? Sapete che altrettanto spesso rimango male per le sue risposte o peggio ancora scoppio a ridere per una battuta spontanea spuntata sotto i suoi baffi? Sapete per esempio, come vive il rapporto con il denaro e quanto soffra nel sapere che purtroppo ha davvero un valore? Sapete che in realtà, quando mi arrabbio, mi esprimo in dialetto? Sapete cosa voterò alle prossime elezioni? Sapete che non me ne frega nulla se non vi interessa tutto ciò che vi sto dicendo??!

Ecco, il capitolo zero è concluso. Solo per spiegarvi che spesso ho scritto metafore anche balorde per dipingere stati d’animo reali; mi son reso ridicolo e assurdo, per scaraventarvi lontano da me e mostrarvi a distanza quel che ero. Allontanandomi ho saggiato però il piacere di conoscere anche voi, le vostre emozioni, i vostri commenti. Ora credo sia giunto il momento di mostrarvi quel che sono nella vita reale, avvicinandomi a voi lettori con un fare che mi caratterizza. Per esempio, a primo impatto, sembro imbranato, impacciato e forse anche sfigato. Non sono insomma il tipo ideale per il colpo di fulmine, piuttosto sono l’archetipo del colpo di frusta, perché la prima impressione che tommaso fa (e finalmente sono riuscito a scrivere il mio nome per intero su questo articolo!) è di rigidità. Blocco le persone perché non credo esista un esemplare tanto buffo da esser la via di mezzo tra un folletto impazzito e uno zotico romantico.

Per il meditabondo credo che non siano necessari ulteriori approfondimenti. Per il di provincia tengo a fare una precisazione. Non sono di provincia perché semplicemente abito in provincia: io sono un provinciale convinto. Provinciale nell’animo, nel cuore, nelle mani; provinciali erano i miei capelli, ed è divenuta provinciale anche la mia calvizie: ogni attimo della mia esistenza è provinciale. Spero non ci siano fraintendimenti in merito. Amo le piccole cose che forse rischierei di perdere in una grande città, e anche se un giorno il destino mi costringerà a vivere in una metropoli (esagero per rendere l’idea) sarei comunque provinciale, anzi diverrei un nostalgico provinciale – il che, ora che penso, mi attizza più che essere un semplice provinciale-.

C’è poco da fare: anche stavolta ho lasciato il segno. Anche voi siete stati vittima del mio colpo di frusta. Non oso immaginare cosa vi passi per la testa. Spero solo riuscite a sbloccarvi presto, perché dovete spiegarmi che diavolo ci fate ancora su questa pagina che non ha più nulla da raccontare.

2 pensieri riguardo “Approcci pratici e metafisici di un meditabondo di provincia.

  1. Verita’, finzione, immaginazione, fantasia, verosimile, inverosimile. Espressioni dell’essere umano nelle sue varie sfaccettature. Una casella s’incastra nell’altra e tu cominci a delineare una figura del complesso puzzle che costituisce l’uomo.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...