Novelle

Piedi e Anime.

«Quanti piedi avrà visto questo pavimento?»

Quel vecchio iniziava a infastidirlo: troppa saggezza che sconfinava nella sua taverna.

«Non ne ho idea, signore. Secondo lei?»

«Nessuno!» rispose, tirandosi su.

«Audace!» disse Hektor, lanciandogli un’occhiata di pretesto: avrebbe voluto dissolvere e sciogliere quel corpo in una delle sue vasche, dargli luce e renderlo fumo per le sue pietre. «Si spieghi meglio» insistette, cercando un valido motivo.

«Non piedi, ma anime. Credo che lei non cerchi clienti, ma anime. E le anime, sa bene, non camminano.»
«Saggia riflessione, amico. Ma entrambi non siamo né piedianime in questa bottega. Siamo un ricordo di carne forse, ma avrebbe poco senso» disse il vecchio, sollevando un cero dinanzi agli occhi.
«Forse, siamo metà carne, metà ricordo…».

http://www.twinsgroup.it/twinsstore/artemuse-editrice/106-tommaso-occhiogrosso-meta-carne-meta-ricordo.html

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...