Novelle

Adesso che finisco sotto l’acqua.

E chissà poi se un giorno, smettendo di cercarci, avremo ancora il sapore del ricordo, perché lei è talmente radicata in certi miei gesti, in certi momenti, in certi angoli con o senza evidenti spigoli, che temo ripercussioni e reazioni inconsapevoli. Il tempo è un buon detergente, lava via tutto e non è detto che debba toglier via lo sporco. Anche gli odori, e i respiri sul collo, i baci, le mani accarezzate e il sapore dello stare nudi insieme. Il tempo può profumarti con nuove fragranze, oppure restringerti, ecco quanto. Ma questo avviene solo nel caso di capi delicati, quelli che devi trattare con cura, insomma. Non so quanto ci sia di delicato in tutto questo, so solo che il tempo è lì ad aspettarmi, ad aspettare e capire se sgrassare impurità o donarmi un profumo nuovo. Per il momento mi godo il caffè, poi sarà il tempo della doccia. Non so cosa accadrà. Non so cosa mi accadrà adesso che finisco sotto l’acqua.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...