Novelle

la noia alla sbarra

Per quanta noia si possa vivere ad un passaggio a livello, ci sarebbe da scrivere un file a parte. Perchè ti ritrovi sempre con l'auto in moto e il cuore in attesa, passando per il cervello che viaggia su binari stravaganti: dal silenzio di una stazione lontana, al profumo del caffè appena preso; dal timore… Continua a leggere la noia alla sbarra

Novelle

Caro papà…

2 Aprile ‘98Caro papà,ecco un compito in classe. Se potessi tornare indietro negli anni, consegnerei nelle mani della maestra, questa pagina del mio diario, come traccia per il tema “Il mio papà”. Nella mia fantasia ti vedo così, nonostante sappia bene che per te, io non sia nemmeno questa. “Quando sono nato, mio padre indossava… Continua a leggere Caro papà…

Novelle

Un bicchiere d’acqua tra tanti

Fare la scelta giusta spesso e' come la sete in un'afosa notte d'estate: in mutande apri il frigorifero, riempi in bicchiere d'acqua e lo poggi sulla consolle della cucina, fra un paio di altri bicchieri sporchi. Chiuso il frigorifero, resti al buio: non devi fare altro che cercare l'unico bicchiere pieno per dissetare la tua sete. Vai… Continua a leggere Un bicchiere d’acqua tra tanti

Novelle

Il quaderno nero

E per esempio poi, ti succede di scrivere qualcosa in spiaggia. Perché di lettori ce ne sono già troppi: riviste, rotocalchi, best seller, autobiografie di vite inutili...i lettori per inerzia, quelli che finalmente hanno tempo da 'perdere' per la lettura. Io e il mio quaderno nero di appunti, come un album di fotografie da sfogliare… Continua a leggere Il quaderno nero

Novelle

‘Adesso’ dura molto di più

E poi che importa se non ti dico che t'amo. Rispondi piuttosto a te stessa. Non esigere conferme, mai, perchè la vita è un'incognita e può variare. Ciò che vuoi non arriva mai, ciò che non chiedi, ti sorprende. Rispondi piuttosto a te stessa ora. Cosa ti manca? Cosa ci manca? Nulla. E dunque non… Continua a leggere ‘Adesso’ dura molto di più

Novelle

La sacca rivoltata

Non c'è motivo, in fondo, d'esser tristi, o arrabbiati o comunque sotto tono, perchè la natura stessa dell'uomo abbonda di una sacca. La sacca del bisogno. Abbiamo sempre bisogno di qualcosa. Viviamo ogni santo giorno, con una sacca come fardello, qui, all'altezza dello stomaco, grazie alla quale sentiamo e soppesiamo l'essenza dei nostri bisogni, Se… Continua a leggere La sacca rivoltata

Novelle

Una volta tanto

Almeno una volta, Destino, sbagliati. Dico sul serio...Possibile che tu sia così perfetto?! Certo, non è colpa tua se continuo a vestirmi da Don Chisciotte, non potevi saperlo. E certo non potevi aspettarti che immaginassi Mulini a Vento così malvagi. Almeno una volta, mettiti al mio fianco e guarda: cosa vedi lì di fronte? Ci sono… Continua a leggere Una volta tanto

Novelle

Schizzi

Se avessi saputo quanto affetto è racchiuso in un buon libro, avrei investito in francobolli: me ne sarei spedito uno, per ogni volta che mi son sentito solo.________________________________________________________… ma la solitudine, non è questione di abbandono. Credo abbia a che fare col rifiuto. Ma forse, in tutto questo, sono già solo.________________________________________________________Scrivere non mi renderà ricco… Continua a leggere Schizzi

Novelle

La visita

Lo Sconforto si sa, certe volte bussa alla porta, ma con un trapano a percussione. Entra e basta. Le prime volte, sconcertato, gli chiedevo se quello fosse il modo, se gli sembrava cortese auto-invitarsi senza darmi la possibilità di sbatterlo fuori. Gli dicevo che avrei dovuto prepararmi per l'occasione, che ero in mutande e che… Continua a leggere La visita

Novelle

Il resto che lasciamo come mancia

....siamo quelli che danno sempre l'ultima possibilità, pur sapendo che non sarà il fallimento a tradirci, quanto l'irruenza della delusione per l'ennesima bugia;...siamo sempre noi, che quando guardiamo qualcuno, vediamo sempre il nuovo e mai qualcosa di marcio;...siamo sempre noi che scattiamo sulle molle per un niente, semplicemente perchè viviamo in tensione e in continuo… Continua a leggere Il resto che lasciamo come mancia